HOME Race for Life. Giornata Mondiale per la Prevenzione del Suicidio

raceforlife 2013

home

Giornata Mondiale per la Prevenzione del Suicidio

Il suicidio è un rimedio permanente per un problema temporaneo. Il dolore psicologico insopportabile che ti affligge può essere alleviato. Il Centro per la Prevenzione del Suicidio presso l’Ospedale Sant’Andrea, Sapienza Università di Roma sostiene la Giornata Mondiale per la Prevenzione del Suicidio il 10 settembre di ogni anno con convegni e dibattiti e con la “Race for Life”

Perché Race for Life

Ideazione, organizzazione della corsa e coordinamento del professor Maurizio Pompili

prevenire il suicidio

Prevenire il suicidio, si può

Genera più vittime il suicidio della guerra

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che ogni anno nel mondo sono circa un milione gli individui che commettono il suicidio. Questo dato rappresenta una perdita di vite umane più alta rispetto alla perdita di vite causata da guerre ed omicidi ogni anno; tre volte la perdita di vite umane registra nella tragedia dello Tsunami nel sud-est dell’Asia nel dicembre del 2004; inoltre ogni giorno muoiono a causa del suicidio l’equivalente delle vittime causate dall’attacco alle torri gemelle di New York l’11 settembre del 2001.
È dunque un fenomeno che non può essere ignorato e vi è la necessità di infrangere quel silenzio e quel composto, ma deleterio, sviamento dal tema attuato quotidianamente. L’OMS ha recentemente comunicato che nel 2020 il numero delle vittime del suicidio possa raggiungere la quota di oltre un milione e mezzo.
Il suicidio è un fenomeno complesso che ha attirato l’attenzione di filosofi, teologi, medici, sociologi ed artisti nel corso dei secoli. È difficile spiegare perché alcuni individui decidano di suicidarsi mentre altri in situazioni simili o persino peggiori non facciano altrettanto.
Sappiamo però che la maggior parte dei suicidi può essere prevenuta. Il suicidio è attualmente un problema grave nella salute pubblica nella maggior parte delle nazioni. È una delle prime cause di morte nel mondo soprattutto tra i giovani.
Affligge profondamente gli individui, le famiglie, i luoghi di lavoro, la comunitá e la societá nel suo complesso.
La formazione di addetti alla salute in genere e a quella mentale in particolare rappresenta un obiettivo importante per identificare, valutare e gestire la persona con intento suicida nella comunitá.
Nonostante la complessitá e la gravitá del problema, la prevenzione del suicidio non può essere vista solo come responsabilitá degli esperti, piuttosto la prevenzione del suicidio dovrebbe riguardare tutti.
(a cura di Maurizio Pompili)

perché-raceforlife

Perché Race For Life

Raceforlife è un evento ideato e realizzato dal Servizio per la Prevenzione dei Disturbi dell’umore e del Suicidio.

Il Servizio sorge all’interno dell’Azienda Ospedaliera Sant’Andrea con l'obiettivo di offrire un sostegno alle persone che vogliono tentare o hanno tentato in passato il suicidio, e a quelle che hanno perso un caro per suicidio.
Il responsabile del Servizio per la Prevenzione dei Disturbi dell’umore e del Suicidio è il prof. Maurizio Pompili, referente italiano della IASP (International Association for Suicide Prevention).
È composto da ricercatori, medici, psichiatri e psicologi. Il Servizio e il gruppo così composto sono allo stato attuale uno dei principali poli al mondo di ricerca scientifica nel campo del suicidio.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) considera il suicidio come un problema complesso non ascrivibile a una sola causa o a un motivo preciso. Sembra piuttosto derivare da una complessa interazione di fattori biologici, genetici, psicologici, sociali, culturali e ambientali.
Il suicidio, nell’ambito della salute pubblica, è un grave problema che potrebbe essere in gran parte prevenuto: costituisce la causa di circa un milione di morti ogni anno, con costi stimabili in milioni di euro, secondo quanto indicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Nel 2000 circa un milione di individui ha perso la vita a causa del suicidio, mentre un numero di individui variabile da 10 a 20 volte di più ha tentato il suicidio.
Ciò rapprensenta in media una morte per suicidio ogni 40 secondi e un tentativo di suicidio ogni 3 secondi.

Iscriviti alla Race For Life 2013

IV Edizione - 22 dicembre 2013, Stadio Nando Martellini, Terme di Caracalla, viale Guido Baccelli 14. Roma.

Corsa non competitiva aperta a tutti di 3 km e di 6 km (iscrizione € 7,00).

Scarica la scheda di iscrizione e il Regolamento.

Galleria video

Guarda i video che parlano delle attività del centro e della corsa Race for Life

Javascript is required to view this map.